COSMO-SkyMed Seconda Generazione: ecco le prime immagini dal secondo satellite

03 marzo 2022

Un ghiacciaio nell’Antartico, la “steppa pordenonese”, in Italia, e una veduta delle isole Galapagos sono le prime immagini rilasciate dal secondo satellite della costellazione COSMO-SkyMed di Seconda Generazione (CSG), promossa dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) con il contributo del Ministero dell’Università e della Ricerca e dal Ministero della Difesa.

A un mese dal lancio del secondo satellite CSG, tuttora in fase di test e qualifica in volo, e-GEOS ha ricevuto ed elaborato le prime straordinarie immagini del nostro pianeta.

La prima è una immagine del ghiacciaio di Pine Island, in Antartico, ricevuta lo scorso 19 febbraio alle 18:02 UTC, nella quale è possibile distinguere con chiarezza iceberg di dimensioni anche considerevoli (quello nel centro dell’immagine è lungo quasi 15 Km) distaccarsi dalla piattaforma glaciale formatasi dal flusso di ghiaccio che arriva in mare.

Si tratta di una acquisizione in modalità Stripmap (3 m di risoluzione su un’area di 40x40 Km) fatta con doppia polarizzazione (HH ed HV). La combinazione dei colori è stata ottenuta unendo le due polarizzazioni con il valore medio tra le due polarizzazioni (RGB = HH, media, HV).

 

La seconda immagine mostra i Magredi, la cosiddetta “steppa pordenonese”, un'area dell’alta pianura friulana al centro di una specie di "V" formata da due corsi d'acqua, il Meduna e il Cellina. Qui i torrenti si incontrano e scorrono uniti verso valle, per sprofondare sottoterra, nella falda acquifera, lasciando esposto una spessa coltre alluvionale di conglomerati calcareo-dolomitici.

Nell’angolo di Sud-Ovest dell’immagine si riconosce chiaramente la città di Pordenone. L’acquisizione, effettuata il 21 febbraio alle 04:37 UTC, è in modalità Spotlight-2B (0.6 m di risoluzione su un’area di 10x10 Km), con doppia polarizzazione (HH ed HV). La combinazione dei colori è stata ottenuta unendo le due polarizzazioni con il valore medio tra le due polarizzazioni (RGB = HH, media, HV).

 

La terza immagine mostra alcune isole dell’arcipelago delle Galapagos (ad Est Isla de San Cristobal, a Ovest Isla Santa Cruz e Isla Santiago), nell’oceano Pacifico. Di particolare interesse il dettaglio che si riesce ad apprezzare delle onde del mare e delle loro interazioni con le isole.

L’acquisizione, effettuata lo scorso 19 febbraio alle 11:56 UTC, è in modalità ScanSAR-2 (6x40 m di risoluzione nativa, su un’area di 200x200 Km) fatta con doppia polarizzazione (HH ed HV). La combinazione dei colori è stata ottenuta unendo le due polarizzazioni con il valore medio tra le due polarizzazioni (RGB = HV, media, HH), in maniera tale da rendere il mare blu.

 

COSMO-SkyMed Second generation è un sistema di satelliti progettato per garantire la continuità operativa ai servizi di osservazione radar ad apertura sintetica (SAR) forniti dai quattro satelliti COSMO-SkyMed della prima generazione, lanciati tra il 2007 e il 2010. Il primo satellite CSG è stato lanciato nel dicembre 2019, il secondo il 31 gennaio 2022.

In questo programma l'industria italiana gioca un ruolo di primo piano, con Leonardo e le sue joint venture Thales Alenia Space e Telespazio, insieme a un numero significativo di piccole e medie imprese.

Thales Alenia Space (Thales 67%, Leonardo 33%) è la capocommessa responsabile dell'intero Sistema e della realizzazione dei due satelliti che ne costituiscono la componente spaziale, mentre Telespazio (Leonardo 67%, Thales 33%) ha realizzato il segmento di Terra e ospita nel Centro spaziale del Fucino il centro di comando e controllo della costellazione.

Leonardo contribuisce inoltre al programma fornendo i sensori di assetto stellare per l’orientamento del satellite, i pannelli fotovoltaici e le unità elettroniche per la gestione della potenza elettrica.

I dati generati dai satelliti COSMO-SkyMed sono commercializzati in tutto il mondo in esclusiva da e-GEOS, società di Telespazio (80%) ed ASI (20%), che sviluppa applicazioni e fornisce servizi operativi basati sugli stessi dati.

Altre notizie e storie

22.11.2022
Da PULQUI XXI a Adventure Interstellar: l’avventura del team secondo classificato al #T-TeC 2021

Selezionati da un incubatore e pronti ad aprire una vera e propria società. Tomas Boschetto e il team che, con PULQUI XXI, si è classificato secondo nell’edizione 2021 del #T-TeC riassumono così la loro avventura

21.11.2022
Leonardo e Telespazio tra i firmatari della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”

Oggi a Parigi, Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio, è stato tra i firmatari, per entrambe le aziende, della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”.

18.11.2022
Open Innovation, così la partecipazione al #T-TeC si trasforma in un progetto sull’Intelligenza artificiale

Indispensabili alla vita di tutti i giorni, eppure ancora capaci di tanto altro. È questa l’idea che Paolo Tortora, professore ordinario di Sistemi Spaziali e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aerospaziale dell’Università di Bologna, si è fatto delle tecnologie spaziali. 

17.11.2022
Telespazio a “Drones Beyond”, va in scena l'offerta per il mercato dei droni

Nell'ambito dell'evento Drones Beyond 2022, organizzato dal Distretto Tecnologico Aerospaziale della Regione Puglia, Telespazio ha realizzato il "Telespazio Air Show", una dimostrazione di volo con l'obiettivo di presentare il suo prodotto per servizi end-to-end con droni.

22.11.2022
Da PULQUI XXI a Adventure Interstellar: l’avventura del team secondo classificato al #T-TeC 2021

Selezionati da un incubatore e pronti ad aprire una vera e propria società. Tomas Boschetto e il team che, con PULQUI XXI, si è classificato secondo nell’edizione 2021 del #T-TeC riassumono così la loro avventura

21.11.2022
Leonardo e Telespazio tra i firmatari della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”

Oggi a Parigi, Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio, è stato tra i firmatari, per entrambe le aziende, della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”.

18.11.2022
Open Innovation, così la partecipazione al #T-TeC si trasforma in un progetto sull’Intelligenza artificiale

Indispensabili alla vita di tutti i giorni, eppure ancora capaci di tanto altro. È questa l’idea che Paolo Tortora, professore ordinario di Sistemi Spaziali e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aerospaziale dell’Università di Bologna, si è fatto delle tecnologie spaziali. 

17.11.2022
Telespazio a “Drones Beyond”, va in scena l'offerta per il mercato dei droni

Nell'ambito dell'evento Drones Beyond 2022, organizzato dal Distretto Tecnologico Aerospaziale della Regione Puglia, Telespazio ha realizzato il "Telespazio Air Show", una dimostrazione di volo con l'obiettivo di presentare il suo prodotto per servizi end-to-end con droni.