COSMO-SkyMed: si consolida la collaborazione tra Italia a Polonia

Kielce  02 settembre 2015

Telespazio e Thales Alenia Space hanno raggiunto un accordo con Teledife per la fornitura al Ministero della Difesa polacco del segmento di terra (P-DUGS: Polish Defence User Ground Segment) per la ricezione e l’elaborazione di dati e prodotti dei satelliti italiani COSMO-SkyMed di prima e seconda generazione.

Il contratto è stato firmato da Thales Alenia Space Italia quale mandataria di un Raggruppamento Temporaneo d’Imprese (RTI) di cui fa parte Telespazio come mandante.

La partecipazione del Ministero della Difesa polacco al programma COSMO-SkyMed, col ruolo di “International defence partner”, rappresenta un importante traguardo per l'industria spaziale italiana.

Il contratto, del valore di circa 30 milioni di euro, è parte di un accordo sottoscritto nel 2012 dai due ministeri della difesa, italiano e polacco, per la cooperazione in materia di Osservazione della Terra. L’accordo prevede la partecipazione della Polonia al Programma COSMO-SkyMed di seconda generazione con una percentuale significativa, nonché la realizzazione in territorio polacco del relativo segmento utente. In questo contesto, Teledife svolge la funzione di agenzia contrattuale per conto del Ministero della Difesa polacco.

Il contratto prevede la fornitura del segmento di terra quale strumento di accesso polacco al sistema spaziale COSMO-SkyMed. Il P-DUGS sarà in grado di richiedere immagini, ricevere i dati satellitari e generare ed archiviare prodotti con diverso contenuto informativo. Il P-DUGS sarà dunque parte integrante dell’infrastruttura di terra del sistema COSMO-SkyMed in virtù delle caratteristiche di modularità ed espandibilità con cui questa è stata progettata e realizzata.

La fornitura avverrà in due fasi. Nella prima, attualmente prevista per fine 2016/inizio 2017, sarà assicurato l’accesso ai satelliti COSMO-SkyMed di prima generazione. Con la seconda fase, prevista tra fine 2017 e inizio 2019, l’accesso verrà esteso anche ai satelliti della seconda generazione.

L’accordo è il primo passo concreto di una cooperazione tra le difese italiana e polacca nel settore spaziale, e permette a Telespazio e Thales Alenia Space di rafforzare e consolidare la loro presenza in Polonia.

COSMO-SkyMed è uno dei programmi più innovativi nel campo dell’osservazione della Terra, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana, dal Ministero della Difesa e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca scientifica (MIUR). La prima generazione di tale sistema è composta da una costellazione di quattro satelliti, uguali fra loro, equipaggiati con sensori radar in grado di operare in qualsiasi condizione atmosferica e di visibilità e con un’altissima frequenza di rivisitazione. COSMO-SkyMed è stato concepito per soddisfare le esigenze civili (monitoraggio ambientale, protezione civile) e della difesa.

COSMO-SkyMed è stato completamente realizzato dalle principali industrie del settore aerospaziale Italiano, comprese piccole e medie imprese. Thales Alenia Space Italia è la società Capo Commessa a cui è affidata la responsabilità dell’intero sistema, comprensivo del segmento spaziale e terreno. Telespazio ha realizzato il segmento di terra civile e militare, e il segmento di logistica e gestione integrata.

Altre notizie e storie

21.06.2022
Telespazio all'ILA Berlin: lo Spazio è sempre più vicino alla Terra

Dal 22 al 26 giugno agenzie spaziali, aziende aerospaziali e le istituzioni di tutto il mondo si ritroveranno all’ILA di Berlino per condividere loro innovazioni e prodotti.  Anche Telespazio, attraverso la controllata Telespazio Germany, sarà presente all’evento.

20.06.2022
Telespazio firma un contratto con l’ESA per lo sviluppo di I*STAR, servizio innovativo per l’accesso ai dati di osservazione della Terra

Telespazio ha firmato un contratto con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) per lo sviluppo di I*STAR, un servizio innovativo basato su tecniche di intelligenza artificiale su cloud in grado di migliorare e facilitare l'uso dei satelliti di osservazione della Terra.

17.06.2022
SICRAL 3: Telespazio e Thales Alenia Space siglano contratto con Segredifesa per proseguire le attività per la realizzazione del nuovo sistema e del relativo segmento di terra

Telespazio e Thales Alenia Space hanno firmato un ulteriore contratto con il Ministero della Difesa per la realizzazione del sistema di telecomunicazioni satellitari sicure SICRAL 3 e del relativo segmento di terra.

13.06.2022
Telespazio e OneWeb insieme a Eurosatory 2022

Telespazio e OneWeb presentano a Eurosatory 2022, che prende il via oggi a Parigi, la loro partnership per la fornitura di servizi di comunicazione ai clienti governativi.

21.06.2022
Telespazio all'ILA Berlin: lo Spazio è sempre più vicino alla Terra

Dal 22 al 26 giugno agenzie spaziali, aziende aerospaziali e le istituzioni di tutto il mondo si ritroveranno all’ILA di Berlino per condividere loro innovazioni e prodotti.  Anche Telespazio, attraverso la controllata Telespazio Germany, sarà presente all’evento.

20.06.2022
Telespazio firma un contratto con l’ESA per lo sviluppo di I*STAR, servizio innovativo per l’accesso ai dati di osservazione della Terra

Telespazio ha firmato un contratto con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) per lo sviluppo di I*STAR, un servizio innovativo basato su tecniche di intelligenza artificiale su cloud in grado di migliorare e facilitare l'uso dei satelliti di osservazione della Terra.

17.06.2022
SICRAL 3: Telespazio e Thales Alenia Space siglano contratto con Segredifesa per proseguire le attività per la realizzazione del nuovo sistema e del relativo segmento di terra

Telespazio e Thales Alenia Space hanno firmato un ulteriore contratto con il Ministero della Difesa per la realizzazione del sistema di telecomunicazioni satellitari sicure SICRAL 3 e del relativo segmento di terra.

13.06.2022
Telespazio e OneWeb insieme a Eurosatory 2022

Telespazio e OneWeb presentano a Eurosatory 2022, che prende il via oggi a Parigi, la loro partnership per la fornitura di servizi di comunicazione ai clienti governativi.