Accordo tra e-GEOS e VENG per la distribuzione mondiale dei dati della costellazione satellitare SAOCOM

17 febbraio 2021

e-GEOS ha firmato un accordo quinquennale di  cooperazione, marketing e distribuzione con l’azienda argentina VENG, posseduta al 97% dalla Comisión Nacional de Actividades Espaciales (CONAE), responsabile della distribuzione a livello mondiale dei dati acquisiti fuori dall'Europa dalla costellazione satellitare SAOCOM (Satélite Argentino de Observación Con Microondas).

La costellazione SAOCOM è composta da due satelliti identici, SAOCOM 1A e SAOCOM 1B, i quali insieme con quelli della costellazione italiana COSMO-SkyMed fanno parte del SIASGE (Sistema Italo Argentino de Satélites para la Gestión de Emergencias), progetto congiunto tra CONAE e ASI.

VENG, nominata dal CONAE distributore ufficiale dei prodotti e dati generati dai satelliti argentini SAOCOM, con tale accordo attribuisce ad e-GEOS la qualifica di distributore mondiale di tali dati, con esclusiva per alcuni paesi.

e-GEOS potrà quindi arricchire il proprio portafoglio di offerta con i dati SAR in banda L dei satelliti SAOCOM. Questi andranno a integrare le informazioni generate dai satelliti SAR in banda X della costellazione italiana COSMO-SkyMed di prima e seconda generazione, di proprietà dell’ASI e del Ministero della Difesa italiano. Gli utenti così avranno accesso a una maggiore quantità di dati radar, in grado di fornire una gamma più ampia di applicazioni con una maggiore copertura.

L’accordo consente all’Argentina di aumentare la propria capacità di esportare tecnologia ad alto valore aggiunto, grazie alla espansione della capacità commerciale mondiale dei prodotti  SAOCOM e all’accresciuto posizionamento internazionale di VENG.

Grazie alla tecnologia SAR in banda L, i satelliti SAOCOM sono in grado di monitorare la Terra giorno e notte, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche. I sensori radar a bordo dei satelliti penetrano la copertura vegetale e il suolo, fornendo quindi informazioni sull'umidità del terreno, mappe dei rischi e analisi interferometriche

I dati processati possono essere utilizzati per prevenire e mitigare eventi naturali o provocati dall’azione dell’uomo, ad esempio nel monitoraggio di frane, estrazione di gas e petrolio, inondazioni o siccità, deriva di ghiacciai, nel rilevamento di perdite d’acqua e fuoriuscita di petrolio in mare, nel controllo del movimento delle navi e nel monitoraggio delle infrastrutture.

La complementarità tra le immagini in banda X e in banda L, caratterizzate da una risoluzione inferiore ma con una maggiore coerenza nel tempo, garantirà ulteriori dati di alta qualità per differenti applicazioni (ad esempio nell’identificazione delle risorse naturali, nell’interferometria e nello studio dei ghiacci).

La configurazione orbitale delle due missioni consentirà di acquisire lo stesso soggetto in banda X e L ad una distanza di soli 14 minuti, consentendo capacità di analisi uniche.

Inoltre, l'operatività congiunta tra i quattro satelliti COSMO-SkyMed di prima generazione, il primo dei due satelliti COSMO-SkyMed di seconda generazione e i due satelliti SAOCOM raddoppia la capacità di copertura giornaliera di tali costellazioni, fornendo eccezionali frequenze di rivisitazione per requisiti operativi specifici.

“Questo accordo arricchisce ulteriormente la capacità di offerta dati di e-GEOS e  conferma la nostra capacità di generare nuovi servizi e applicazioni unendo i dati SAOCOM con quelli della costellazione COSMO-SkyMed di prima e seconda generazione. Inoltre, i risultati di questa collaborazione potranno essere ampliati ulteriormente grazie alle società partner di e GEOS in tutto il mondo. L'operazione, che rende disponibili  nuovi servizi a supporto del monitoraggio e della gestione sostenibile dell'ambiente e delle aree urbane, conferma anche la lunga collaborazione industriale tra Italia e Argentina, Paese in cui Leonardo opera da più di 25 anni”, 

Paolo Minciacchi, CEO di e-GEOS e responsabile della linea di business Geoinformazine di Telespazio 

"Questa partnership costituisce una grande opportunuità sia a VENG che all'Argentina per mostrare le proprie capacità tecnologiche ad alto valore aggiunto. Ciò ci consente di cooperare con un'azienda internazionale leader nel settore della geoinformazione e di accrescere in modo esponenziale la distribuzione dei prodotti SAOCOM in tutto il mondo. Inoltre, l'accordo contribuisce in modo significativo al forte rapporto di cooperazione commerciale tra Argentina e Italia "

José Luis Randazzo, Direttore Generale di VENG.

Altre notizie e storie

24.01.2022
Pronto al lancio il secondo satellite COSMO-SkyMed Seconda Generazione

È pronto al lancio il secondo satellite del programma italiano per l’osservazione della Terra COSMO-SkyMed Seconda Generazione. Il decollo avverrà il 28 gennaio alle 0:11 ora italiana (il 27 gennaio alle 23:11 UTC) dalla Cape Canaveral Air Force Station, in Florida (USA) con un vettore Falcon 9 della società americana SpaceX.

14.01.2022
L’esperienza di Telespazio al servizio del James Webb Space Telescope

Il Natale appena trascorso ha portato alla comunità scientifica e spaziale un regalo davvero speciale. Il 25 dicembre scorso è infatti stato lanciato nello Spazio il James Webb Space Telescope (JWST), uno dei progetti spaziali più importanti degli ultimi anni, a cui ha preso parte anche Telespazio.

13.01.2022
Norman Bone nominato Presidente del CdA di Telespazio UK

Norman Bone è stato nominato nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione di Telespazio UK.

17.12.2021
Telespazio ed e-GEOS presentano il calendario Love Planet Earth 2022

Oceani e mari, fiumi e laghi, risaie e canali, le acque del mondo non procurano solo pesce, ma anche altri alimenti che aiutano l'umanità ad affrontare sfide complesse e critiche: nutrizione e salute pubblica, cambiamento climatico e resilienza, equità di genere, inclusione sociale e crescita sostenibile entro i confini del Pianeta.

24.01.2022
Pronto al lancio il secondo satellite COSMO-SkyMed Seconda Generazione

È pronto al lancio il secondo satellite del programma italiano per l’osservazione della Terra COSMO-SkyMed Seconda Generazione. Il decollo avverrà il 28 gennaio alle 0:11 ora italiana (il 27 gennaio alle 23:11 UTC) dalla Cape Canaveral Air Force Station, in Florida (USA) con un vettore Falcon 9 della società americana SpaceX.

14.01.2022
L’esperienza di Telespazio al servizio del James Webb Space Telescope

Il Natale appena trascorso ha portato alla comunità scientifica e spaziale un regalo davvero speciale. Il 25 dicembre scorso è infatti stato lanciato nello Spazio il James Webb Space Telescope (JWST), uno dei progetti spaziali più importanti degli ultimi anni, a cui ha preso parte anche Telespazio.

13.01.2022
Norman Bone nominato Presidente del CdA di Telespazio UK

Norman Bone è stato nominato nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione di Telespazio UK.

17.12.2021
Telespazio ed e-GEOS presentano il calendario Love Planet Earth 2022

Oceani e mari, fiumi e laghi, risaie e canali, le acque del mondo non procurano solo pesce, ma anche altri alimenti che aiutano l'umanità ad affrontare sfide complesse e critiche: nutrizione e salute pubblica, cambiamento climatico e resilienza, equità di genere, inclusione sociale e crescita sostenibile entro i confini del Pianeta.