Dal Fucino alle stelle: primi passi verso il futuro

Ecco il primo capitolo del ciclo "A Space Story": è il 1961, anno di fondazione di Telespazio e dell'ingresso dell'Italia nel mondo delle telecomunicazioni extra-terrestri.

11 febbraio 2021

Una scommessa sul futuro e una decina di ingegneri appassionati: tanto basta per portare l’Italia nello Spazio. L’avventura inizia il 18 ottobre 1961, quando Italcable e STET, sostenuti dal Consiglio nazionale delle Ricerche e dal ministero delle Poste, danno vita a Telespazio. Spostare sul satellite le telecomunicazioni, fino a quel momento garantite dai soli cavi transoceanici, è un obiettivo ambizioso.

Alla nuova arrivata serve una casa e la Piana del Fucino, in Abruzzo, sembra messa lì apposta.

 

La Piana del Fucino sembra perfetta per accogliere le antenne di Telespazio. La posa della prima pietra avviene l'8 marzo del 1962 nel comune di Ortucchio. Inizia così un periodo di sperimentazioni che durerà oltre due anni.

L’8 marzo 1962 viene posata la prima pietra di quello che negli anni successivi diventerà il più importante teleporto al mondo per usi civili. Dotazione iniziale: un’antenna parabolica di 9,14 metri di diametro e tre furgoni carichi di attrezzature.

A quattro mesi di distanza, il 10 luglio, va in orbita il Telstar I, il satellite NASA capace di connettere per la prima volta America ed Europa.

È una rivoluzione, oltre che una vera e propria mania: i bar lanciano coppe gelato a tema, i parrucchieri propongono acconciature ispirate al satellite americano. In pochi sanno che in tutto questo l’Italia si è già ritagliata un ruolo.

 

Marcello Rodinò di Miglione, amministratore delegato della Rai, diventa il primo presidente di Telespazio. Per guidare l'azienda si sceglie Piero Fanti.

 

Pochi mesi dopo la sua fondazione, infatti, Telespazio ha firmato un memorandum d’intesa con la NASA per partecipare ai test sui satelliti Telstar e Relay. 

Non bisogna attendere molto per cogliere i primi frutti. Il 18 gennaio del 1964 gli schermi di tutto il Paese trasmettono, grazie alle antenne del Fucino, le immagini della visita del presidente del Consiglio Amintore Fanfani negli Usa. A meno di vent’anni dalla fine della guerra, l’Italia è ufficialmente il quarto Paese al mondo capace di avvalersi di telecomunicazioni extraterrestri

 

Altre notizie e storie

27.09.2021
Spaceopal completa il nuovo sito GSS delle Isole Kerguelen

Spaceopal ha recentemente completato, per conto dell’Agenzia dell'Unione europea per il programma (EUSPA), la costruzione del nuovo sito Galileo Sensor Station (GSS) delle Isole Kerguelen, nelle Terre australi e antartiche francesi (TAAF), in pieno Oceano Indiano.

22.09.2021
Telespazio fornirà servizi di comunicazione satellitare nelle aree a rischio alluvione

Telespazio Germany, nell'ambito di un progetto transfrontaliero che coinvolge Germania, Francia e Svizzera, fornirà e installerà sistemi di comunicazione satellitare per 25 siti governativi nell’area dell'Alto Reno, una zona ad alto rischio di esondazioni e alluvioni.

20.09.2021
La soluzione a banda larga “through-the-rotor” di Telespazio sale a bordo del drone SW-4 SOLO di Leonardo

Per la prima volta una piattaforma aerea ad ala rotante di Leonardo sarà equipaggiata con un sistema satellitare realizzato da Telespazio.

02.08.2021
EMS, l’occhio di Copernicus per affrontare le emergenze

Acquisire immagini e fornire mappe satellitari fondamentali per la gestione delle operazioni di soccorso: è il Copernicus Emergency Management Service (EMS) – Rapid Mapping, guidato da e-GEOS e che vede la partecipazione di GAF e Telespazio Iberica, oltre che diITHACA, SERTIT, SIRS, GMV e CLS. 

27.09.2021
Spaceopal completa il nuovo sito GSS delle Isole Kerguelen

Spaceopal ha recentemente completato, per conto dell’Agenzia dell'Unione europea per il programma (EUSPA), la costruzione del nuovo sito Galileo Sensor Station (GSS) delle Isole Kerguelen, nelle Terre australi e antartiche francesi (TAAF), in pieno Oceano Indiano.

22.09.2021
Telespazio fornirà servizi di comunicazione satellitare nelle aree a rischio alluvione

Telespazio Germany, nell'ambito di un progetto transfrontaliero che coinvolge Germania, Francia e Svizzera, fornirà e installerà sistemi di comunicazione satellitare per 25 siti governativi nell’area dell'Alto Reno, una zona ad alto rischio di esondazioni e alluvioni.

20.09.2021
La soluzione a banda larga “through-the-rotor” di Telespazio sale a bordo del drone SW-4 SOLO di Leonardo

Per la prima volta una piattaforma aerea ad ala rotante di Leonardo sarà equipaggiata con un sistema satellitare realizzato da Telespazio.

02.08.2021
EMS, l’occhio di Copernicus per affrontare le emergenze

Acquisire immagini e fornire mappe satellitari fondamentali per la gestione delle operazioni di soccorso: è il Copernicus Emergency Management Service (EMS) – Rapid Mapping, guidato da e-GEOS e che vede la partecipazione di GAF e Telespazio Iberica, oltre che diITHACA, SERTIT, SIRS, GMV e CLS.