Telespazio UK alla guida di un progetto ESA per migliorare la ricezione dei sistemi GNSS nei “canyon urbani”

28 febbraio 2023

Telespazio UK guiderà un progetto dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per sviluppare un ricevitore satellitare in grado di migliorare la ricezione di segnali GNSS nei canyon urbani, valli profonde o zone ricche di vegetazione.

Il progetto, noto come “GNSS Receiver Vector Tracking Loops for Autonomous Vehicles - VTL4AV” e nato nell’ambito del Navigation Innovation and Support Programme (NavISP) di ESA, ha un valore di circa 600mila euro e prevede la partecipazione dell’Università di Cranfield e di Spirent Communications.

I sistemi globali di navigazione satellitare (GNSS) sono fondamentali per fornire informazioni su posizione, navigazione e tempo (il cosiddetto PNT: position, navigation, and timing) per diversi mezzi di trasporto, terrestri, aerei o marittimi.

Tali sistemi, tuttavia, sono suscettibili a disturbi naturali, determinati ad esempio dalle caratteristiche del terreno, oppure intenzionali e accidentali, oltre che all’incertezza data dalla posizione e dal numero dei satelliti della costellazione satellitare in orbita. 

Nel primo caso, ad esempio, quando gli utenti operano nei cosiddetti "canyon urbani", all'interno di una fitta vegetazione, o in valli profonde, possono avere una copertura limita da parte dei satelliti e - conseguentemente - difficoltà nel calcolare la posizione.

Si tratta di una limitazione inaccettabile quando si gestisce un servizio critico per la sicurezza.

Per affrontare questi problemi, il consorzio guidato da Telespazio UK per il progetto VTL4AV progetterà e svilupperà un ricevitore che implementa le tecniche di "Vector Tracking Loops" (VTL), oltre che misurare l'integrità  del segnale in ambienti urbani e supportare al contempo più costellazioni GNSS, come ad esempio GPS o Galileo.

I vantaggi di un’architettura basata sul PNT saranno dimostrati sia in ambienti simulati che in un ambiente operativo reale come i grattacieli della City di Londra.

"Per Telespazio UK è una grande opportunità partecipare a questo progetto dell'ESA, che si baserà sul lavoro già svolto nell'ambito dell'Alternative-PNT, in particolare con nuovi concetti di ricevitori GNSS. Siamo lieti di essere alla guida di un team così forte e non vediamo l'ora di sviluppare una proof of concept che contribuirà a fornire la resilienza della posizione dei veicoli autonomi, contribuendo a far la differenza nella nostra vita quotidiana”.

Mark Hewer, CEO di Telespazio UK

Altre notizie e storie

15.02.2024
È rientrato in atmosfera il satellite AGILE dell’ASI, gestito in orbita per 17 anni da Telespazio

Dopo 17 anni di attività, il satellite scientifico dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) AGILE (Astrorivelatore Gamma a Immagini LEggero) è rientrato in atmosfera. La “passivazione” del satellite, come richiesto dalle norme internazionali, era stata correttamente eseguita il 18 gennaio scorso dai tecnici di Telespazio dal Centro spaziale del Fucino.

14.02.2024
Grazie a droni e satelliti, Telespazio Ibérica contribuirà alla prevenzione degli incendi nelle isole Canarie

Telespazio Ibérica, insieme all’azienda andalusa Pegasus Aero Group, guiderà un progetto promosso dal governo delle isole Canarie finalizzato allo sviluppo di soluzioni innovative per la lotta agli incendi e alla protezione della biodiversità grazie all’uso di dati satellitari e provenienti da droni.

29.01.2024
Il Centro Spaziale del Fucino accoglie la visita del DG Industria della Difesa e Spazio della Commissione Europea Timo Pesonen

Lo scorso 26 gennaio, il Centro Spaziale del Fucino ha accolto la visita del Direttore Generale Industria della Difesa e Spazio della Commissione Europea Timo Pesonen e di una delegazione composta da rappresentati della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dello Sviluppo Economico (MIMIT) e dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

23.01.2024
Assegnato a un team industriale guidato da Telespazio uno studio sui futuri servizi di osservazione della terra dell'UE per uso governativo

Oggi 23 gennaio 2024 nel corso della European Space Conference di Bruxelles, Telespazio, in qualità di leader di un consorzio di società europee, ha siglato il contratto “Study on potential EU Earth-Observation services for governmental use” con la Commissione Europea, DG-DEFIS,  sulla fattibilità di un servizio nel campo della sicurezza e della difesa in grado di valorizzare l’eterogenea moltitudine di dati disponibili, tra cui i dati forniti dai satelliti di osservazione della Terra dell’Unione Europea.

15.02.2024
È rientrato in atmosfera il satellite AGILE dell’ASI, gestito in orbita per 17 anni da Telespazio

Dopo 17 anni di attività, il satellite scientifico dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) AGILE (Astrorivelatore Gamma a Immagini LEggero) è rientrato in atmosfera. La “passivazione” del satellite, come richiesto dalle norme internazionali, era stata correttamente eseguita il 18 gennaio scorso dai tecnici di Telespazio dal Centro spaziale del Fucino.

14.02.2024
Grazie a droni e satelliti, Telespazio Ibérica contribuirà alla prevenzione degli incendi nelle isole Canarie

Telespazio Ibérica, insieme all’azienda andalusa Pegasus Aero Group, guiderà un progetto promosso dal governo delle isole Canarie finalizzato allo sviluppo di soluzioni innovative per la lotta agli incendi e alla protezione della biodiversità grazie all’uso di dati satellitari e provenienti da droni.

29.01.2024
Il Centro Spaziale del Fucino accoglie la visita del DG Industria della Difesa e Spazio della Commissione Europea Timo Pesonen

Lo scorso 26 gennaio, il Centro Spaziale del Fucino ha accolto la visita del Direttore Generale Industria della Difesa e Spazio della Commissione Europea Timo Pesonen e di una delegazione composta da rappresentati della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dello Sviluppo Economico (MIMIT) e dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

23.01.2024
Assegnato a un team industriale guidato da Telespazio uno studio sui futuri servizi di osservazione della terra dell'UE per uso governativo

Oggi 23 gennaio 2024 nel corso della European Space Conference di Bruxelles, Telespazio, in qualità di leader di un consorzio di società europee, ha siglato il contratto “Study on potential EU Earth-Observation services for governmental use” con la Commissione Europea, DG-DEFIS,  sulla fattibilità di un servizio nel campo della sicurezza e della difesa in grado di valorizzare l’eterogenea moltitudine di dati disponibili, tra cui i dati forniti dai satelliti di osservazione della Terra dell’Unione Europea.