Telespazio supporterà la Romania a migliorare i servizi di sorveglianza meteorologica

03 ottobre 2022

Ammodernare e rendere più efficienti le attività di previsione e allerta di fenomeni atmosferici gravi e consentire al Paese di ricevere in tempo reale i più aggiornati dati satellitari meteorologici. È questo l’obiettivo dei due contratti siglati nei giorni scorsi da RARTEL, una joint venture tra Telespazio e RADIOCOM, con l'Amministrazione Meteorologica Nazionale (AMN) rumena.

Il primo contratto, che sarà realizzato da RARTEL in consorzio con Leonardo Germany GmbH, prevede l’installazione, completa di attività ingegneristiche, la raccolta, l’elaborazioni e la diffusione dei dati di 7 nuovi sistemi radar installati in tutto il territorio nazionale rumeno. Questi consentiranno la sorveglianza meteorologica completa di un'area geografica fino a 400 km dalla posizione dei diversi siti.

I sette nuovi radar in banda S, dotati di tecnologia dual-polarimetrica, saranno attivi 24 ore su 24, 7 giorni su sette, e forniranno preziose informazioni sulle precipitazioni, un migliore rilevamento e monitoraggio delle strutture nuvolose che generano forti precipitazioni e la previsione dei fenomeni meteorologici estremi, contribuendo così in modo significativo alle procedure per gli allarmi e previsioni di inondazioni improvvise in tutta la Romania. Grazie alle nuove infrastrutture, il Paese potrà beneficiare di un sistema moderno e aggiornato, in grado di fornire dati e informazioni in un ambiente informatico sicuro.

Il secondo contratto, invece, prevede la realizzazione di un nuovo sistema in grado di ricevere, elaborare e visualizzare i dati dei satelliti EUMESAT di Terza Generazione (MTG), il cui primo elemento verrà lanciato in orbita nei prossimi mesi, e di vari altri satelliti meteo in orbita polare. Grazie a tale infrastruttura, che sarà installata presso l’sede dell’ANM di Bucarest, sarà possibile in particolare moltiplicare fino a dieci volte i dati meteorologici raccolti e analizzati ogni giorno (fino a 2 TB/giorno) dai satelliti geostazionari, come MTG, oltre che dai satelliti in orbite polari (Metop-SG, NPP, NOAA).

L’enorme mole di dati - la cui analisi è attualmente impossibile con le apparecchiature presenti - e la loro migliore qualità e accuratezza consentiranno un notevole passo in avanti sia nel rilevamento e monitoraggio delle perturbazioni potenzialmente pericolose sia nella disponibilità e la precisione delle previsioni a brevissimo e corto raggio. La possibilità, inoltre, di accedere in tempo reale ai dati satelliti polari consentirà di ridurre i tempi di allerta per situazioni pericolose generate da gravi fenomeni convettivi, a tutela dei cittadini e del territorio rumeno.

Altre notizie e storie

28.11.2022
Telespazio svilupperà la piattaforma di servizi dati per il Ministero dell’Ambiente UK

Telespazio UK, insieme al partner Agrimetrics, svilupperà la Data Services Platform (DSP3) per il Ministero dell'Ambiente, dell'Alimentazione e degli Affari Rurali (DEFRA) del Regno Unito.

22.11.2022
Da PULQUI XXI a Adventure Interstellar: l’avventura del team secondo classificato al #T-TeC 2021

Selezionati da un incubatore e pronti ad aprire una vera e propria società. Tomas Boschetto e il team che, con PULQUI XXI, si è classificato secondo nell’edizione 2021 del #T-TeC riassumono così la loro avventura

21.11.2022
Leonardo e Telespazio tra i firmatari della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”

Oggi a Parigi, Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio, è stato tra i firmatari, per entrambe le aziende, della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”.

18.11.2022
Open Innovation, così la partecipazione al #T-TeC si trasforma in un progetto sull’Intelligenza artificiale

Indispensabili alla vita di tutti i giorni, eppure ancora capaci di tanto altro. È questa l’idea che Paolo Tortora, professore ordinario di Sistemi Spaziali e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aerospaziale dell’Università di Bologna, si è fatto delle tecnologie spaziali. 

28.11.2022
Telespazio svilupperà la piattaforma di servizi dati per il Ministero dell’Ambiente UK

Telespazio UK, insieme al partner Agrimetrics, svilupperà la Data Services Platform (DSP3) per il Ministero dell'Ambiente, dell'Alimentazione e degli Affari Rurali (DEFRA) del Regno Unito.

22.11.2022
Da PULQUI XXI a Adventure Interstellar: l’avventura del team secondo classificato al #T-TeC 2021

Selezionati da un incubatore e pronti ad aprire una vera e propria società. Tomas Boschetto e il team che, con PULQUI XXI, si è classificato secondo nell’edizione 2021 del #T-TeC riassumono così la loro avventura

21.11.2022
Leonardo e Telespazio tra i firmatari della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”

Oggi a Parigi, Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio, è stato tra i firmatari, per entrambe le aziende, della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”.

18.11.2022
Open Innovation, così la partecipazione al #T-TeC si trasforma in un progetto sull’Intelligenza artificiale

Indispensabili alla vita di tutti i giorni, eppure ancora capaci di tanto altro. È questa l’idea che Paolo Tortora, professore ordinario di Sistemi Spaziali e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aerospaziale dell’Università di Bologna, si è fatto delle tecnologie spaziali.