Rosetta: Telespazio supporta la fase finale della missione

Roma  27 settembre 2016

Telespazio VEGA Deutschland supporta la fase finale della missione Rosetta dell’ESA, controllata dall’European Space Operations Centre (ESOC) di Darmstadt. L’atterraggio della navicella spaziale sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko è previsto per il 30 settembre 2016.

Il personale di Telespazio VEGA Deutschland è stato coinvolto nelle operazioni di Flight Control e Ground Station e fa parte, inoltre, dei team di Flight Dynamics della missione Rosetta dalla fine degli anni novanta. La società ha inoltre partecipato allo sviluppo di sistemi di terra fondamentali per la missione.

In dettaglio, Telespazio VEGA Deutschland ha svolto le seguenti attività.

Sviluppo di un simulatore per l’orbiter Rosetta - Il simulatore è stato utilizzato dall’ESOC per supportare le attività di controllo del volo durante le varie fasi della missione: LEOP (Launch and Early Orbit Phase), i sorvoli ravvicinati e assist gravitazionali, l’ibernazione, l’avvicinamento e l’orbita intorno alla cometa e infine l’atterraggio sulla stessa. Le attività di formazione e simulazione sono state guidate da esperti di Telespazio VEGA Deutschland.

Sviluppo di sistemi di terra - Telespazio VEGA Deutschland ha sviluppato per Rosetta il Mission Planning System (MPS), come pure il Mission Control System (MCS), impiegati per pianificare, programmare, monitorare e controllare le diverse attività della navicella spaziale nel corso degli anni. Durante il periodo di vita funzionale della missione sono stati implementati vari aggiornamenti tecnologici di questi sistemi.

Operazioni spaziali - Gli esperti di Telespazio VEGA Deutschland fanno parte di vari team: ESOC Flight Control, Flight Dynamics, ICT Engineering, Ground Station Engineering e Administration.

Lander Philae: Telespazio VEGA Deutschland ha supportato il team operativo del Centro aerospaziale tedesco (DLR) presso il MUSC di Colonia durante le varie fasi della missione Philae. In particolare l’azienda ha supportato la gestione tecnica e lo sviluppo del simulatore di Philae, lo sviluppo del segmento di terra e delle interfacce per consentire al team internazionale di gestire le operazioni, le animazioni in 3D sia dell’orbiter che del lander, al gestione del Flight Control durante le fasi di viaggio e di atterraggio, e infine le attività scientifica di Philae.

Telespazio VEGA Deutschland non è l’unica azienda, nell’ambito del Gruppo Leonardo-Finmeccanica, ad aver contribuito alla missione: molti degli strumenti di bordo e di terra di Rosetta, così come quelli del lander Philae, sono stati realizzati da Leonardo-Finmeccanica in collaborazione con i principali istituti scientifici e accademici sotto il coordinamento dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

In particolare, la società ha fornito lo ‘space drill’, noto come Sample Drill and Distribution (SD2) system, che è stato utilizzato per effettuare perforazioni della superficie della cometa fino a una profondità di 30 centimetri allo fine di raccogliere campioni di materiali.

Oltre all’SD2, Leonardo ha anche sviluppato per l’Agenzia Spaziale Italiana innovativi sistemi robotici e sofisticati strumenti optoelettronici basati su tecnologie iperspettrali, fra cui l’A-STR (Autonomous Star TRacker), che ha orientato correttamente la sonda Rosetta nello spazio e che ha regolato l’antenna per consentire la ricezione dei segnali dalla Terra; la fotocamera NAVCAM, che ha assistito la navigazione della sonda; il VIRTIS (Visible InfraRed and Thermal Imaging Spectrometer), strumento che ha permesso di misurare la temperatura delle varie funzioni sulla cometa; il GIADA (Grain Impact Analyser and Dust Accumulator), che ha analizzato la polvere e le particelle della cometa, oltre all’assemblaggio fotovoltaico per la sonda. Altri pannelli solari più piccoli, che coprono 2 metri quadrati, sono stati installati sulla superficie del lander Philae, generando la potenza necessaria per consentire agli strumenti di bordo di funzionare sulla superficie della cometa.

Altre notizie e storie

02.08.2021
EMS, l’occhio di Copernicus per affrontare le emergenze

Acquisire immagini e fornire mappe satellitari fondamentali per la gestione delle operazioni di soccorso: è il Copernicus Emergency Management Service (EMS) – Rapid Mapping, guidato da e-GEOS e che vede la partecipazione di GAF e Telespazio Iberica, oltre che diITHACA, SERTIT, SIRS, GMV e CLS. 

02.08.2021
Telespazio UK si aggiudica contratto per la gestione dei servizi ESA in Spagna

Telespazio UK ha firmato un contratto quadro di servizio da 14 milioni di euro con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) per gestire, in qualità di capofila di un consorzio di aziende europee, i centri operativi scientifici delle missioni di astronomia, eliofisica e fisica fondamentale dell'ESA presso l’European Space Astronomy Centre (ESAC) di Madrid, in Spagna.

30.07.2021
Inaugurata in Brasile la nuova “Antenna Multisatellite” che aiuterà a proteggere l’Amazzonia

Nei giorni scorsi è stata inaugurata a Formosa, nello stato brasiliano di Goiás, la nuova “Antenna Multisatellite” acquisita e installata da Telespazio per il Censipam, l’ente governativo deputato ala difesa della  foresta Amazzonica.

27.07.2021
Sostenibilità oltre i confini della Terra: la Space Situational Awareness

Nel 2018, Telespazio, nell'ambito della Space Alliance, acquisisce una partecipazione in Northstar Earth and Space: è il primo passo verso un nuovo ramo di business. L’ultimo episodio del ciclo “A Space Story”.

02.08.2021
EMS, l’occhio di Copernicus per affrontare le emergenze

Acquisire immagini e fornire mappe satellitari fondamentali per la gestione delle operazioni di soccorso: è il Copernicus Emergency Management Service (EMS) – Rapid Mapping, guidato da e-GEOS e che vede la partecipazione di GAF e Telespazio Iberica, oltre che diITHACA, SERTIT, SIRS, GMV e CLS. 

02.08.2021
Telespazio UK si aggiudica contratto per la gestione dei servizi ESA in Spagna

Telespazio UK ha firmato un contratto quadro di servizio da 14 milioni di euro con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) per gestire, in qualità di capofila di un consorzio di aziende europee, i centri operativi scientifici delle missioni di astronomia, eliofisica e fisica fondamentale dell'ESA presso l’European Space Astronomy Centre (ESAC) di Madrid, in Spagna.

30.07.2021
Inaugurata in Brasile la nuova “Antenna Multisatellite” che aiuterà a proteggere l’Amazzonia

Nei giorni scorsi è stata inaugurata a Formosa, nello stato brasiliano di Goiás, la nuova “Antenna Multisatellite” acquisita e installata da Telespazio per il Censipam, l’ente governativo deputato ala difesa della  foresta Amazzonica.

27.07.2021
Sostenibilità oltre i confini della Terra: la Space Situational Awareness

Nel 2018, Telespazio, nell'ambito della Space Alliance, acquisisce una partecipazione in Northstar Earth and Space: è il primo passo verso un nuovo ramo di business. L’ultimo episodio del ciclo “A Space Story”.