Sostenibilità oltre i confini della Terra: la Space Situational Awareness

Nel 2018, Telespazio, nell'ambito della Space Alliance, acquisisce una partecipazione in Northstar Earth and Space: è il primo passo verso un nuovo ramo di business. L’ultimo episodio del ciclo “A Space Story”.

27 luglio 2021

L’orbita bassa della Terra talmente inquinata dai detriti spaziali da impedire alle generazioni future l’accesso allo Spazio.

Nel 1978 è questo lo scenario profetizzato da Donald J. Kessler per il 2050.  Quanto ci abbia visto giusto l’astrofisico della NASA diventa chiaro qualche decennio più tardi.

Nel 2017 infatti sono circa 22.000 gli oggetti tracciati dallo Space Surveillance Network US; di questi solo un 4% sono satelliti operativi, gli altri sono detriti spaziali.

Le conseguenze di un tale affollamento sono chiare: satelliti indispensabili alla nostra vita di tutti i giorni costantemente messi in pericolo da schegge impazzite.

La soluzione a tutto questo si chiama Space Situational Awareness, la capacità di visualizzare, comprendere e mappare la posizione fisica di oggetti naturali e artificiali che orbitano intorno.

Con questo obiettivo il 16 settembre 2018 la Space Alliance formata da Telespazio e Thales Alenia Space acquisisce una partecipazione in NorthStarEarth and Space, società di servizi di informazione che sta sviluppando il più avanzato sistema satellitare per il monitoraggio dell’ambiente terrestre e del near space.

 

Una costellazione unica nel suo genere, composta da 40 satelliti equipaggiati con sensori iperspettrali e a infrarossi per la geoinformazione e con sensori ottici per il monitoraggio dello spazio. Il primo passo concreto verso una nuova frontiera della sostenibilità.

Altre notizie e storie

27.09.2021
Spaceopal completa il nuovo sito GSS delle Isole Kerguelen

Spaceopal ha recentemente completato, per conto dell’Agenzia dell'Unione europea per il programma (EUSPA), la costruzione del nuovo sito Galileo Sensor Station (GSS) delle Isole Kerguelen, nelle Terre australi e antartiche francesi (TAAF), in pieno Oceano Indiano.

22.09.2021
Telespazio fornirà servizi di comunicazione satellitare nelle aree a rischio alluvione

Telespazio Germany, nell'ambito di un progetto transfrontaliero che coinvolge Germania, Francia e Svizzera, fornirà e installerà sistemi di comunicazione satellitare per 25 siti governativi nell’area dell'Alto Reno, una zona ad alto rischio di esondazioni e alluvioni.

20.09.2021
La soluzione a banda larga “through-the-rotor” di Telespazio sale a bordo del drone SW-4 SOLO di Leonardo

Per la prima volta una piattaforma aerea ad ala rotante di Leonardo sarà equipaggiata con un sistema satellitare realizzato da Telespazio.

02.08.2021
EMS, l’occhio di Copernicus per affrontare le emergenze

Acquisire immagini e fornire mappe satellitari fondamentali per la gestione delle operazioni di soccorso: è il Copernicus Emergency Management Service (EMS) – Rapid Mapping, guidato da e-GEOS e che vede la partecipazione di GAF e Telespazio Iberica, oltre che diITHACA, SERTIT, SIRS, GMV e CLS. 

27.09.2021
Spaceopal completa il nuovo sito GSS delle Isole Kerguelen

Spaceopal ha recentemente completato, per conto dell’Agenzia dell'Unione europea per il programma (EUSPA), la costruzione del nuovo sito Galileo Sensor Station (GSS) delle Isole Kerguelen, nelle Terre australi e antartiche francesi (TAAF), in pieno Oceano Indiano.

22.09.2021
Telespazio fornirà servizi di comunicazione satellitare nelle aree a rischio alluvione

Telespazio Germany, nell'ambito di un progetto transfrontaliero che coinvolge Germania, Francia e Svizzera, fornirà e installerà sistemi di comunicazione satellitare per 25 siti governativi nell’area dell'Alto Reno, una zona ad alto rischio di esondazioni e alluvioni.

20.09.2021
La soluzione a banda larga “through-the-rotor” di Telespazio sale a bordo del drone SW-4 SOLO di Leonardo

Per la prima volta una piattaforma aerea ad ala rotante di Leonardo sarà equipaggiata con un sistema satellitare realizzato da Telespazio.

02.08.2021
EMS, l’occhio di Copernicus per affrontare le emergenze

Acquisire immagini e fornire mappe satellitari fondamentali per la gestione delle operazioni di soccorso: è il Copernicus Emergency Management Service (EMS) – Rapid Mapping, guidato da e-GEOS e che vede la partecipazione di GAF e Telespazio Iberica, oltre che diITHACA, SERTIT, SIRS, GMV e CLS.