Antartide: conclusa la campagna estiva 2021/22 del contingente italiano

23 settembre 2022

ENEA ha gestito la missione cui hanno partecipato 220 tra tecnici e ricercatori. Telespazio ha fornito tecnologie di comunicazioni satellitari

Alla 37ma spedizione di ricerca italiana del contingente italiano in Antartide per la campagna estiva 2021-2022, la prima con la ripresa a pieno ritmo delle attività scientifiche e logistiche dopo le limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria, hanno partecipato 220 tra tecnici e ricercatori.

Come ogni anno, sono stati numerosi i nuovi progetti di ricerca condotti presso le stazioni Mario Zucchelli e Concordia, presso alcune basi straniere e sulla nave rompighiaccio per la ricerca oceanografica Laura Bassi.

A gestire le missioni italiane è da sempre impegnata ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, che grazie all’attività dell’Unità Tecnica di Antartide, guidata prima da Gianluca Bianchi Fasani e poi da Alberto della Rovere, garantisce e pianifica la logistica, controllando tutte le attività necessarie per realizzare le ricerche scientifiche e per garantire una buona permanenza del personale nella base.

Telespazio è tra le aziende che hanno supportato l’ENEA per il successo di questa missione, fornendo tecnologie satellitari per le comunicazioni.

In particolare, grazie agli importanti investimenti compiuti sulle nuove tecnologie per le comunicazioni ibride, per il mondo IoT e per quello dei droni, Telespazio ha messo a disposizione di ENEA una soluzione hardware e software in grado di monitorare la sensoristica della base Mario Zucchelli.

Il sistema, sviluppato in collaborazione con la società ADPM Drones, ha permesso di realizzare una piattaforma di monitoraggio in grado di verificare, controllare e modificare lo stato dei sistemi di alimentazione remota dei sensori nella base, attraverso l’unico sistema di comunicazione disponibile: il satellite.

Gli sviluppi nelle comunicazioni satellitari di questi ultimi anni ha visto Telespazio operare in prima linea anche grazie al supporto di startup innovative (oggi PMI) come ADPM Drones, che realizzano applicazioni e servizi che migliorano la vita delle persone sul nostro pianeta e contribuiscono a vincere le grandi sfide del nostro tempo, come quella contro gli effetti del climate change.

“Il monitoraggio del territorio grazie alle comunicazioni ibride utilizzate da Telespazio risponde alla richiesta di nuovi scenari applicativi in grado di supportare soluzioni innovative per il mondo della mobilità, delle emergenze, della logistica integrata e della lotta al cambiamento climatico".

Alessandro Caranci, responsabile della Linea di Business Satellite Communications di Telespazio.

Per garantire questi nuovi scenari applicativi Telespazio mette a disposizione del Paese i propri teleporti in Italia e all’estero, che consentono di fruire in sicurezza le nuove applicazioni basate su comunicazioni satellitari, mobili terrestri e fisse.

“Per noi è stata una grande sfida, dettata in particolare da tempi stretti e dalle condizioni ambientali estremamente ostili dell'Antartide. Riuscire a tenere sotto controllo tutte le apparecchiature, assicurando un monitoraggio continuo anche al termine della spedizione, al contrario di quanto avveniva in precedenza, è un risultato enorme e impensabile fino a poco tempo fa”.

Luca Brizzi, presidente esecutivo e Head of R&D ADPM Drones. 

Altre notizie e storie

05.12.2022
Telespazio è pronta a gestire la messa in orbita e test del primo satellite Meteosat di Terza Generazione

Telespazio gestirà dal Centro spaziale del Fucino, in Abruzzo, le operazioni LEOP (Launch and Early Orbit Phase) per la messa in orbita e trasferimento nell’orbita finale del primo satellite geostazionario Meteosat di Terza Generazione (MTG-I), che sarà lanciato il prossimo 13 dicembre dallo spazioporto europeo di Kourou, in Guyana francese.

28.11.2022
Telespazio svilupperà la piattaforma di servizi dati per il Ministero dell’Ambiente UK

Telespazio UK, insieme al partner Agrimetrics, svilupperà la Data Services Platform (DSP3) per il Ministero dell'Ambiente, dell'Alimentazione e degli Affari Rurali (DEFRA) del Regno Unito.

22.11.2022
Da PULQUI XXI a Adventure Interstellar: l’avventura del team secondo classificato al #T-TeC 2021

Selezionati da un incubatore e pronti ad aprire una vera e propria società. Tomas Boschetto e il team che, con PULQUI XXI, si è classificato secondo nell’edizione 2021 del #T-TeC riassumono così la loro avventura

21.11.2022
Leonardo e Telespazio tra i firmatari della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”

Oggi a Parigi, Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio, è stato tra i firmatari, per entrambe le aziende, della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”.

05.12.2022
Telespazio è pronta a gestire la messa in orbita e test del primo satellite Meteosat di Terza Generazione

Telespazio gestirà dal Centro spaziale del Fucino, in Abruzzo, le operazioni LEOP (Launch and Early Orbit Phase) per la messa in orbita e trasferimento nell’orbita finale del primo satellite geostazionario Meteosat di Terza Generazione (MTG-I), che sarà lanciato il prossimo 13 dicembre dallo spazioporto europeo di Kourou, in Guyana francese.

28.11.2022
Telespazio svilupperà la piattaforma di servizi dati per il Ministero dell’Ambiente UK

Telespazio UK, insieme al partner Agrimetrics, svilupperà la Data Services Platform (DSP3) per il Ministero dell'Ambiente, dell'Alimentazione e degli Affari Rurali (DEFRA) del Regno Unito.

22.11.2022
Da PULQUI XXI a Adventure Interstellar: l’avventura del team secondo classificato al #T-TeC 2021

Selezionati da un incubatore e pronti ad aprire una vera e propria società. Tomas Boschetto e il team che, con PULQUI XXI, si è classificato secondo nell’edizione 2021 del #T-TeC riassumono così la loro avventura

21.11.2022
Leonardo e Telespazio tra i firmatari della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”

Oggi a Parigi, Luigi Pasquali, Coordinatore delle attività spaziali di Leonardo e AD di Telespazio, è stato tra i firmatari, per entrambe le aziende, della "Dichiarazione per la responsabilizzazione del settore spaziale”.