Copernicus è il programma per l’osservazione della Terra europeo, coordinato dalla Commissione Europea tramite Agenzia dell'Unione europea per il programma spaziale (EUSPA), in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA), finalizzato a monitorare l’ambiente e a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici, contribuendo alla gestione di emergenze umanitarie, disastri naturali e sicurezza della popolazione.

Il ruolo di Telespazio

 

Telespazio è uno dei principali partner industriali di Copernicus, con un ruolo di primaria importanza nei sistemi, nelle operazioni, nelle applicazioni e nei servizi ad alta tecnologia del programma.

Telespazio, in particolare, è responsabile per lo sviluppo, la manutenzione e la gestione delle operazioni di PRISM (Copernicus Contributing Missions access Support Functions and Platform), il sistema che consente la distribuzione dei dati satellitari, acquisiti dalle missioni Copernicus, agli utenti dell'ESA impegnati in attività di gestione delle emergenze, monitoraggio ambientale e sicurezza.

Il sistema PRISM è disponibile interamente su cloud commerciale, completamente integrato con le missioni Sentinel dell'ESA, con i satelliti italiani COSMO-SkyMed e con le altre missioni legate al programma Copernicus, le Copernicus Contributing Mission.

Telespazio ha inoltre contribuito allo sviluppo del segmento di terra e delle operazioni di Copernicus.

In particolare, ha avuto un ruolo di primo piano nella realizzazione ed evoluzione dei Payload Data Ground Segment (PDGS) per le missioni Sentinel-1 e Sentinel-3 (attraverso la controllata Telespazio Germany), dei Mission Control System di Sentinel-1, Sentinel-2, Sentinel-3 e Sentinel-5P.

Nell’ambito delle operazioni, Telespazio supporta con proprio personale l’ESOC, il Centro di Operazioni Spaziali dell’ESA, durante le fasi di pre e post lancio dei satelliti Sentinel che compongono il programma, ed è responsabile delle operazioni, manutenzione ed evoluzioni di ESA-PRISM nonché delle acquisizioni dei dati radar della missione Sentinel-1 dal Centro Spaziale di Matera di e-GEOS, joint venture fra Telespazio (80%) e Agenzia Spaziale Italiana (20%), dal 2014 una delle stazioni del Core Ground Segment di Copernicus.

Per la gestione delle operazioni, manutenzione e evoluzione del segmento di terra della missione Sentinel 3, Telespazio ha inoltre collaborato con ESA nel progetto di Ground Segment Transformation gestendo tutta la fase di progettazione e migrazione del segmento di terra adattandolo alle nuove tecnologie e garantendo le migliori prestazioni ottenibili da una piattaforma cloud.

Il trasferimento su cloud pubblico dell’intero segmento di terra della missione Sentinel-3 consente una ottimizzazione delle risorse di calcolo pari a circa il 40%, aumentando l’affidabilità e la resilienza del sistema e garantendo allo stesso tempo agli utenti il medesimo tempo di accesso alle informazioni.

Telespazio inoltre si è aggiudicata il contratto Copernicus Coordination Desk per il quale fornirà attività di end to end monitoring e coordinamento delle operazioni per tutta la costellazione Copernicus, dove l'azienda agisce come punto di raccordo fra tutti i servizi dispiegati per l’acquisizione e la generazione dei dati di osservazione della Terra.

 

I servizi

 

I dati di Copernicus consentono applicazioni e servizi in numerosi settori. Telespazio, attraverso le controllate e-GEOS, GAF e Telespazio UK, opera nelle attività di gestione delle emergenze, della sicurezza terrestre e marittima, nella gestione delle risorse terrestri e nel monitoraggio dei cambiamenti climatici oltre a fornire al programma i dati di osservazione della Terra delle missioni COSMO-SkyMed.

e-GEOS fornisce alla Commissione Europea informazioni geospaziali e mappe satellitari delle aree colpite da emergenze, consentendo la disponibilità alle protezioni civili e alle autorità competenti dei Paesi dell’Unione, e alle Organizzazioni umanitarie internazionali, dei dati necessari alla gestione di eventi catastrofici.

La Commissione, inoltre, può rendere disponibile per ogni area del mondo, entro poche ore dall’insorgere dell’emergenza, la cartografia pre e post-evento che facilita l’organizzazione e gli interventi di soccorso. Il servizio, operativo 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno, ha una capacità produttiva dedicata alle situazioni di crisi (alluvioni, terremoti, incendi, disastri tecnologici) ed è gestito da e-GEOS, alla guida di un consorzio formato dalla controllata GAF (Germania) e da Telespazio Ibèrica (Spagna), dai partner ITHACA (Italia), SIRS e Università di Strasburgo (Francia), GMV (Portogallo).

News & Storie su Copernicus